Il Parlamento Europeo approva le leggi sulla portabilità dello streaming

di
Importante cambiamento per il mercato dello streaming approvato oggi dall’Unione Europea. Il Parlamento Europeo, infatti, ha finalmente approvato una norma che consentirà ai cittadini del Vecchio Continente di poter usare gli abbonamenti acquistati nella propria nazione anche all’estero.

La norma di estende a tutti i servizi online a pagamento che consentono di accedere a film, eventi sportivi, videogiochi, musica e serie tv. Ciò vuol dire che, ad esempio, un utente italiano abbonato a Spotify e Netflix, recandosi in vacanza all’estero potrà utilizzare il proprio abbonamento sottoscritto in Italia, cosa precedentemente vietata.
La legge prevede anche che i gestori “prendano misure efficaci e ragionevoli per verificare che l’abbonato non si sia trasferito definitivamente in un altro paese dell’Unione Europea, in quanto le licenze sui contenuti possono anche essere diverse tra le diverse nazioni”. Tra i metodi previsti c’è il controllo della carta d’identità, i dettagli del pagamento, le informazioni fiscali pubbliche, i dettagli postali e l’indirizzo IP.
La legge, però, ancora non ha concluso in toto il suo iter e l'operatività è prevista nel giro di un anno.