Il sindaco di Amatrice "vieta" i selfie vicino alle macerie

di
I selfie soprattutto negli ultimi anni sono diventati uno strumento di comunicazione molto utilizzato, complice anche l’aumento dell’utilizzo dei social network come Facebook ed Instagram, che hanno addirittura portato i produttori di smartphone a potenziare le fotocamere frontali.

Tuttavia, questo ha contribuito anche ad aumentare il così detto turismo dell’orrore, già popolare in precedenza ma che proprio grazie a quanto detto prima ha registrato un incremento.
E’ il caso di quanto accaduto ad Amatrice, una delle città più colpite dal terremoto della scorsa estate. Il primo cittadino della città, Sergio Pirozzi, parlando con il TG 3 ha lanciato un appello a tutti quei turisti che si sono recati in visita per fare selfie vicino alle macerie: “non venite ad Amatrice per farvi i selfie sulle materie, se no mi incazzo” ha affermato il sindaco, precisando che “stamattina ho sorpreso e cacciato via in malo modo delle persone che si stavano fotografando accanto alle macerie”, il tutto tra lo stupore degli abitanti che l’hanno anche vista come una beffa.

Iscriviti alla pagina Facebook di Everyeye Tech