Il sito del Governo dell'Ohio è stato hackerato con messaggi pro-ISIS

di
Il sito del Governatore dell'Ohio, John Kasich, assieme ad altri siti dell'amministrazione statale, sono stati hackerati da supporter del califfato islamico, l'ISIS. In totale i bersagli colpiti sarebbero 10 siti e 2 server, come riporta la testata Bloomberg.

I siti sono stati messi offline non appena le autorità hanno ricevuto la segnalazione dell'attacco informatico, in modo da poter svolgere le dovute indagini come racconta Tom Hoyt, portavoce del Dipartimento amministrativo dell'Ohio. Anche il sito di Brookhaven, una città nelle zone di Long Island è stato riempito degli stessi messaggi a favore del terrorismo islamico che hanno fatto la loro comparsa sui siti delle agenzie dell'Ohio.

Il messaggio, accompagnato da una musica inneggiante al terrore, recherebbe una minaccia nei confronti di Donald Trump "responsabile di ogni goccia di sangue versato nei paesi islamici".

Il segretario al tesoro dell'Ohio, il repubblicano Josh Mandel, candidato al Senato per il 2018 ha segnalato inoltre che anche il sito del Dipartimento per la correzione e la riabilitazione (giustizia penale) è stato colpito da un attacco simile. "Sveglia amanti della libertà americani. Il radicalismo islamico ha fatto breccia nella nostra patria", ha commentato sui social.