Il Sony Xperia Z2 è dotato di sistema per il raffreddamento a liquido

di

In maniera simile a quanto avviene in ambito PC, il nuovo gioiellino di casa Sony utilizzerà la tecnologia di raffreddamento a liquido per placare l' "attività bollente" del proprio hardware. Un rapporto pubblicato da Digitimes ha rivelato che la compagnia nipponica è la seconda produttrice di smartphone ad utilizzare questo metodo, dopo la NEC con il suo MediaS X06E. In realtà anche Samsung e Lenovo erano sul punto di adottare il raffreddamento a liquido per i propri prodotti mobili, ma per l'anno in corso hanno deciso di rimanere legati ai "vecchi metodi", noostante i tubi anti-calore per smartphone siano ormai disponibili per la produzione di massa.

Rispetto ai tubi per PC e laptop, che misurano da 0,8 millimetri a 2 millimetri, quelli per smartphone hanno dimensioni pari a 0,6 millimetri. La loro qualità è molto alta e riescono a dissipare il calore molto meglio che i fogli in fibra di grafite utilizzati allo scopo nell'industria tech attuale. Per questo motivo già dal prossimo anno i principali modelli di smartphone in circolazione potrebbero montare il sistema a raffreddamento liquido, anche perchè i processori diventano sempre più potenti e gli utenti rischiano davvero di andare incontro a seri problemi.
Tornando al Sony Xperia Z2, il suo lancio è stato rimandato al mese di giugno, forse per la carenza di alcune parti specifiche. Lo smartphone è stato svelato al Mobile World Congress 2014 di Barcellona e sarebbe dovuto approdare nei negozi in tempo per contrastare il Galaxy S5 di Samsung e l'HTC One M8. Così facendo invece, Sony potrebbe andare incontro ad una grossa perdita di introiti, visto che molti utenti per non attendere diverse settimane, si orienteranno sui prodotti della concorrenza, ugualmente validi e performanti.
FONTE: PA
Quanto è interessante?
0