In Cina Facetime violerebbe un brevetto

di

La nota applicazione ufficiale Apple per le videochiamate, Facetime, è l'ultima tecnologia a suscitare proteste legali in Cina contro l'azienda produttrice del Mac e dell'iPad. Un uomo di origine taiwanese sostiene di possedere un brevetto su "una tecnologia digitale per le chiamate in rete" e proprio per questo ha intentato una causa legale contro Apple. L'uomo racconta al blog MIC Gadget che Apple sta usando la propria tecnologia in FaceTime.

Il Tribunale intermedio  del Popolo di Zhenkiang ha confermato il contenzioso e nonostante abbia contattato Cupertino, questa non ha ancora risposto. L'uomo taiwanese, conosciuto solo come Lee, ha detto di aver scoperto la presunta violazione del brevetto dopo l'acquisto di un iPhone 4s. Essendo un lavoratore di un'azienda tecnologica, Lee ha pensato bene di inventare un sistema che gli permettesse di contattare le persone mentre fosse in viaggio. Ha poi richiesto un brevetto per questa tecnologia nel 2003. Proprio in questo periodo, ci sono moltissime cause avviate per lo stesso tipo di problematica, ma Apple, impegnata già nella disputa contro Samsung, deve ovviamente presenziare alla prima audizione nel mese di settembre. Lee non ha indicato alcun importo a titolo di risarcimento finanziario, ma vuole che Apple si fermi nella violazione del brevetto. La Cina non porta per niente bene ad Apple, visto che recentemente la società di Cook e soci ha dovuto pagare 60 milioni di dollari all'azienda Proview per una disputa sul marchio iPad.
FONTE: CNET
Quanto è interessante?
0