In futuro basterà pensare alle password per sbloccare i nostri dispositivi

di

Lo studio di un ricercatore della UC Berkley School of Information, John Chuang, ha permesso la realizzazione di un dispositivo "indossabile", una sorta di cuffia non invasiva, che consente agli utenti di pensare alla password di un programma o di un dispositivo e, in maniera immediata ritrovarsela scritta, senza alcun intervento manuale. Le cuffie si collegherebbero al computer o al nostro smartphone via bluetooth, avrebbero un margine di errore pari solo all'1% e garantirebbero standard più rigidi per la sicurezza informatica. I prossimi anni saranno caratterizzati da macchine che ci leggeranno il pensiero, come questa, non permettendoci di alzare neanche un dito durante le nostre faccende e lavori quotidiani?

FONTE: iSchool Quanto è interessante?
0
Segnala Notizia Segnala Errori Vai ai commenti
In futuro basterà pensare alle password per sbloccare i nostri dispositivi