In USA ancora 4 milioni di abbonati al servizio di noleggio DVD di Netflix

di
Blockbuster non ha retto la rivoluzione dei servizi on-demand ma in America non manca chi allo streaming preferisce ancora il noleggio di DVD. Ironia della sorte a reggere è proprio il servizio di consegna DVD di Netflix. Ci sono 4 milioni di americani che si fanno ancora inviare i film a casa, film che potrebbero vedere con un semplice click-

A riportare la notizia è Recode: "Sono 3.7 milioni di persone, in calo di circa il 17% rispetto all'anno scorso. Un numero sicuramente inferiore ai 52 milioni di abbonati al servizio in streaming, ma comunque impressionante".

Netflix ha scisso i due servizi ben sei anni fa. In precedenza era possibile avere come bonus lo streaming dei film richiesti in DVD. Due al prezzo di uno, insomma. Poi c'è stato il sopravvento del servizio in streaming, che è diventato il vero e proprio motore del business model di Netflix, così sono stati mantenuti due servizi: l'abbonamento al servizio di consegna DVD, per 7.99$ al mese, e quello per lo streaming, allo stesso prezzo. Più l'opzione "combo", con tutti e due i cataloghi per 15.98$.

Non sappiamo esattamente il motivo per cui ben 4 milioni di persone preferiscano ancora farsi mandare i DVD a casa piuttosto che guardare qualsiasi film desiderino con un semplice click. Il catalogo, grossomodo, dovrebbe essere lo stesso. Forse per lo stesso motivo per cui qualcuno compra i suoi libri ancora in formato fisico e non su Amazon ma in libreria: l'odore della carte (plastica?), il sapore dei tempi passati eccetera...

Ad ogni modo gli abbonati sono in calo costante dal 2011, quando erano ben 15 milioni. Verosimilmente bisogna tenere contro che negli USA esistono ancora delle zone dove i servizi internet non funzionano egregiamente, oltre che una parte della popolazione che potrebbe essere restia alla soluzione on-demand anche per ragioni anagrafiche. Che, del resto, è il motivo per cui in alcune aree rurali (come i grossi Paesi di montagna) anche in Italia resistono ancora delle videoteche.