Intel: la corte europea annulla la multa da 1,06 miliardi di Euro

di
Tutto da rifare. Ad otto anni dalla multa record da 1,06 miliardi di Euro che l’antitrust europeo aveva inflitto ai danni di Intel, la Corte di Giustizia Europea ha deciso di annullare il caso, rinviandolo al Tribunale che dovrà rivalutare tutte le prove ed argomentazioni della sentenza.

Il fatto risale al 2009, quando dopo circa 9 anni di indagini, Bruxelles accusò l’azienda di politiche commerciali scorrette, rea di aver abusato della propria posizione dominante nel mercato dei processori, pagando produttori e rivenditori di PC per sfavorire i concorrenti. La multa fece molto scalpore, in quanto rappresentava la più alta mai inflitta fino ad allora, ma qualche anno dopo fu superata da quella da 2,4 miliardi, che fu costretta a pagare Google.

L’azienda americana aveva immediatamente impugnato la sentenza e la Corte Europea ha accolto le argomentazioni presentate dai legali di Intel.