Intel facilita l'adozione dell'USB-C con le licenze royalty-free

di
Secondo un rapporto pubblicato da Wired, Intel avrebbe intenzione di sbarazzarsi dei canoni che addebita ai produttori di chip di terze parti per l’utilizzo della specifica Thunderbolt 3. In questo modo, secondo il produttore americano, la compagnia dovrebbe facilitare l’utilizzo delle specifiche nuove per il trasferimento dati.

L’USB-C, che rappresenta probabilmente una delle specifiche più complesse, usa gli standard Thunderbolt 3 per il trasferimento dei dati ultraveloce, il che vuol dire che la decisione di Intel potrebbe indirettamente anche favorire la diffusione dello standard che è usato massicciamente nell’ultima generazione di MacBook di Apple.
Thunderbolt 3 rappresenta una delle soluzioni più versatili per l’USB-C, in quanto garantisce velocità di trasferimento elevate e ricariche rapide, ma i costi di licenza imposti da Intel lo rendeva difficile da adottare per gli OEM. Intel, attraverso questa strategia spera di “incoraggiare un’ampia adozione nell’ecosistema”, come affermato da Jason Ziller di Intel a Wired.
Intel, inoltre, starebbe anche lavorando per integrare Thunderbolt 3 nelle CPU future.