iOS 7 introduce la tecnologia Wi-Fi HotSpot 2.0

di

Le novità introdotte con iOS 7 sono davvero numerose, e in occasione del WWDC, per ragioni puramente tempistiche, la società di Cupertino non è riuscita a menzionarle tutte, dando risalto solo alle novità di maggiore rilievo. Tra le caratteristiche minori ma ugualmente importanti che stanno venendo fuori da un esame più approfondito della nuova versione del sistema operativo per gli iDevice troviamo la tecnologia Wi-Fi HotSpot 2.0. Quest’ultima consente di passare facilmente tra le reti dati e Wi-Fi pubbliche, senza la necessità di procedere ogni volta all’autenticazione manuale. A consentire ciò troviamo un procollo del programma di certificazione della Wi-Fi Alliance Passpoint, il cui obiettivo è quello di rendere più semplice l’accesso alle connessioni messe a disposizioni dai fornitori di servizi, eseguendo l’autenticazione alle reti in maniera completamente automatica attraverso una scheda SIM; i dispositivi Passpoint abilitati otterranno l’accesso in maniera assolutamente automatica, godendo dei benefici offerti dalla protezione WPA2.

In termini pratici, se un fornitore di servizi internet con migliaia di HotSpot Wi-Fi offre access point in luoghi pubblici come aeroporti o simili, saremo in grado di autenticare automaticamente il nostro dispositivo iOS passando rapidamente da un hotspot all'altro, senza richiedere di volta in volta le credenziali d'accesso. La tecnologia HotSpot risulta legata strettamente all'offerta degli operatori, e di certezze sulla disponibilità del servizio nel breve periodo non ce ne sono, anche se, stando alle ultime informazioni, sembra che 30 provider stiano già effettuando i primi test su Passpoint e sono in attesa di cominciare la distribuzione entro la fine di quest'anno.