iPad da 128GB: ecco quanto costa ad Apple questo upgrade

di

Apple è da tempo il top quando si tratta di ricavare soldi su un aspetto fondamentale come l'hardware relativo allo storage dei propri idevice. Tale tendenza sembra non essere cessata neanche con il nuovo modello di iPad da 128Gb ufficializzato quest'oggi. Si tratta di un dispositivo che, nella versione LTE, costa poco meno di un MacBook Air, 929$ (la versione solo Wi-Fi sarà venduta a 799$). Rispetto all'iPad con 64GB di storage, il modello acquistabile dal 5 febbraio prossimo costerà 100$ in più, così come quello da 64GB rispetto alla versione da 32GB e così come quello da 32 rispetto a quello da 16. La proposizione di questo nuovo modello non è un caso: le memorie NAND flash, cioè quelle che Cupertino usa nei propri tablet e smartphone, costano attualmente molto meno rispetto ad un anno fa.

Andrew Rassweiler di IHS sostiene che "le NAND flash costano attualmente 0.55$ a GB, mentre nel 2012 il costo era di 0.90/GB. E' chiaro che i prezzi quasi dimezzati di tali componenti", continua Rassweiler, "sono talmente favorevoli che ad Apple conviene offrire configurazioni raddoppiate, pur mantenendo il margine di profitto che stava ottenendo sugli upgrade di memoria disponibili un anno fa". Traendo spunto da questi dati, si può capire come Apple spende 35,20 dollari in più per ogni raddoppio di memoria, ottenendo però 100 dollari dall'acquirente, i quali, nel caso dell'ultima versione da 128 GB, si sommano ai 200 dollari d'incremento (da 16 a 32 e da 32 a 64 GB) già presenti. In pratica questo nuovo modello potrebbe essere stato realizzato per cercare di aumentare i guadagni netti dell'azienda, che secondo gli analisti potrebbero iniziare a subire dei cali importanti. Tuttavia Apple, nel comunicato ufficiale diramato questa mattina, ha fatto notare che l'iPad da 128 GB sarà un bene "per le imprese, gli educatori e gli artisti", che rappresentano comunque una parte limitata rispetto al gruppo dell'utenza standard.
FONTE: Cnet
Quanto è interessante?
0