iPhone 8: il rincaro è colpa dell'integrazione del 3D Touch?

di
Dei prezzi, sicuramente più elevati, dell’iPhone 8 abbiamo a lungo parlato su queste pagine. Il nuovo smartphone della società di Cupertino, che con ogni probabilità vedrà la luce nel corso del prossimo autunno, infatti, secondo quanto riferito dall’Economic Daily News potrebbe avere un costo addirittura del 150% superiore.

Le ragioni sono facilmente ricaricabili nel fatto che molte componenti interne, soprattutto il 3D Touch, hanno registrato rincari del 150% rispetto ai predecessori. In particolare, l’aumento potrebbe riguardare anche le maggiori difficoltà nell’integrare il sensore di pressione nei nuovi pannelli OLED, che come noto debutteranno nel Melafonino.
Il fornitore TKP starebbe richiedendo tra i 7 ed 9 Dollari ad unità per implementare il 3D Touch negli iPhone 7 e 7 Plus, mentre per l’iPhone 8, a causa della composizione diversa dello schermo, il costo arriverebbe anche a 18-22 Dollari. I pannelli OLED. Infatti, sarebbero più fragili ed anche l’assemblaggio risulterebbe più difficile e richiederebbe una precisione maggiore, addirittura un un ambiente con atmosfera modificata.
JP Morgan, inoltre stima rincari di 90-100 Dollari per gli iPhone 8 rispetto all’attuale generazione.