Italia WiFi: al via il progetto che porta internet gratis nei luoghi pubblici

di
L’Italia, purtroppo aggiungeremmo, non è mai stata un’eccellenza per quanto riguarda la velocità di internet. È vero, in alcune città esiste la fibra da 300 Mb/s e da 1 Gb/s, in molte altre zone arriva la linea fino a 100 Mb/s, ma si tratta di una porzione di territorio alquanto ristretta.

Il nostro governo, insieme ad aziende private, ha fatto molti investimenti per portare la fibra su nuovi territori, ma i risultati ancora tardano a farsi vedere. Nonostante questo, il Mise, il MIbact e l’Agenzia per l’Italia Digitale hanno annunciato la creazione di una gigantesca rete WiFi disponibile in tutta Italia, con 28.000 punti di accesso previsti sul territorio, dal nome di Italia WiFi. Il bello di questa rete è che sarà completamente gratuita, basta un’unica password per accedervi, ma attenzione: non sarà stata creata per connettere le aree più remote e isolate del Paese, o per concedere un servizio base e gratis alla popolazione.

L’idea è di fornire un servizio aggiuntivo ai turisti che arrivano nello stivale, i punti di accesso saranno infatti disponibili in piazze, treni, musei, ristoranti e alberghi. La nostra identità digitale, legata alla nostra password, terrà inoltre traccia di tutti gli spostamenti, un modo per tenere traccia dell’andamento del turismo e migliorare i servizi più richiesti. Il funzionamento, anche se semplice nelle sue linee guida, prevede alcuni passaggi imprescindibili: per accedere alla rete servirà installare un’app dedicata e trovare un punto d’accesso, basta un’unica identità a livello nazionale e non sono previsti costi sull’intero territorio italiano.

Gli utenti italiani, poiché la rete non è aperta solo ai turisti, possono sfruttare il proprio Spid, l’identità digitale che permette anche di accedere ai servizi della pubblica amministrazione, mentre invece gli stranieri dovranno fornire al sistema di registrazione un numero di cellulare e inventare una password valida per sempre. Questo prima che, per effetto del Regolamento Ue Eidas, anche i cittadini europei possano utilizzare la propria identità digitale riconosciuta. Un’idea che mira dunque a far connettere italiani e stranieri in tutta Italia, in modo gratuito e semplice, ma che forse dimentica tutti i passi da gigante fatti nel campo del roaming internazionale negli ultimi anni. Presto infatti, proprio grazie a nuove regolamentazioni europee, si potrà usufruire dei propri piani telefonici anche all’estero, con costi di roaming azzerati.

Poco importa, nella prima fase saranno stanziati due milioni di euro per creare l’app e la piattaforma di riferimento, nel corso del 2017 poi si creeranno nuovi punti di accesso e servizi pubblici e privati. Grazie all’app, viene semplificato il check in negli alberghi, che diventa automatico, così come sarà facile conservare in digitale i biglietti dei musei. L’idea di Italia WiFi risale a circa quindici anni fa, ma solo ora i tempi e le risorse si sono rivelati maturi per la realizzazione; che sia forse un po’ troppo tardi…?