Jeff Bezos vuole iniziare a consegnare pacchi sulla Luna

di
Secondo il Washington Post, l’amministratore delegato di Amazon, Jeff Bezos, starebbe preparando un servizio in grado di consegnare materiali sulla Luna attraverso la sua seconda compagnia, Blue Origin, che si occupa proprio di viaggi spaziali privati.

Un servizio di questo tipo, secondo Bezos, sarebbe fondamentale per la realizzazione di una base lunare. In un documento presentato da Amazon, Bezos afferma che l’obiettivo è spingere la NASA a dare a società tipo Blue Origin degli incentivi per sviluppare un servizio lunare commerciale, che dovrebbe vedere la luce entro il 2020. Il rapporto descrive anche uno dei veicoli targati Blue Origin, che sarebbe in grado di trasportare fino a 10.000 libbre di carico.
Questa documentazione sarebbe stata inviata sia alla NASA che alla Casa Bianca, che sin dai primi giorni dall’insediamento del presidente Trump ha mostrato un rinnovato entusiasmo nei confronti del nostro satellite, dopo un periodo in cui era stato trascurato dall’amministrazione Obama che aveva puntato maggiormente su Marte.
Il piano di Blue Origin sarebbe radicalmente diverso rispetto al piano di Elon Musk, ed a quanto prevede anche la creazione di percorsi di carico all’interno dei quali si muoveranno i pacchi ed i veicoli che li trasportano. La società avrebbe anche scelto un punto d’atterraggio, vicino al cratere Shackleton, nel polo sud della Luna a causa dell’energia solare quasi continua, che potrebbe alimentare i pannelli solari del lander.

FONTE: The Verge