L’AGCOM multa Wind e Tre per la disattivazione delle schede SIM

di
L’AGCOM lo scorso 3 Novembre ha multato gli operatori telefonici Tre Italia e Wind, che dal prossimo 1 Gennaio completeranno la procedura di fusione, per la disattivazione impropria e senza alcun preavviso delle schede SIM degli attuali clienti.

Il garante per le Comunicazioni italiano, attraverso una delibera (disponibile a questo indirizzo) ha disposto una multa da 320 mila Euro a 3 Italia e 340 mila Euro a Wind in quanto avrebbero disattivato senza seguire le procedure legali le SIM. Secondo la legge, infatti, le parti avrebbero dovuto dare agli utenti un preavviso di 30 giorni prima di passare alla sospensione della scheda, in quanto avrebbero “leso il diritto degli utenti di conoscere con adeguato preavviso la decorrenza della sospensione ovvero cessazione dei servizi associati alla numerazione loro intestata. Inoltre, prevedendo la riattivazione gratuita (ed on line) dei servizi sulla medesima numerazione solo al cliente in possesso di altra Sim Wind ricaricabile attiva ed associata alla medesima anagrafica della Sim disattivata, ha violato la disposizione che impone la non onerosità della procedura di recupero”.
Le due società potranno impugnare l’ordinanza davanti al Tribunale Amministrativo del Lazio entro 60 giorni dalla data di notifica.