L'allarme dell'FBI: "l'ISIS sta usando Ebay e Paypal per finanziarsi negli USA"

di
INFORMAZIONI SCHEDA
L'ISIS sta usando Ebay e Paypal per introdurre soldi negli Stati Uniti alla luce del sole. L'obiettivo? Finanziare i propri nuclei operativi in Occidente. La denuncia arriva dall'FBI e in particolare è stata lanciata dopo l'arresto di un cittadino americano di religione islamica che, per ricevere soldi, avrebbe escogitato un efficace schema.

L'uomo in questione si chiama Mohamed Eishinawy, un ragazzo sulla trentina, con cittadinanza americana e fede islamica. Eishinawy, che è stato arrestato in Maryland lo scorso anno, aveva messo su una vera e propria rete di vendite fittizie sul popolare mercatino online Ebay.

Le vendite simulate per ricevere soldi senza destare sospetti avrebbero avuto per oggetto accessori tecnologici e, in particolare, delle stampanti. I dettagli dell'operazione sono venuti alla luce solo di recente, dopo un report dell'FBI che descriveva come Eishinawy fosse parte di una rete internazionale che usava proprio questo scaltro metodo per inviare risorse economiche in Occidente. Il totale di soldi così ricevuti dall'uomo ammonterebbe a 8.700$, sarebbero, poi, cinque i pagamenti ricevuti da un senior official del Califfato islamico, Siful Sujan.

I fondi sono stati utilizzati per comprare apparecchiatura tecnologica, come laptop, smartphone e apparecchiatura per usare tecniche di VPN in modo da comunicare con i vertici dell'ISIS senza essere intercettati. Sujan è stato ammazzato nel corso di un attacco drone nel 2015.

Non è mancata una risposta da parte di Ebay inviata direttamente al Washington Post, prima testata ad aver riportato la notizia: "(la nostra compagnia) ha zero tolleranza per le attività criminali sul nostro store", ha spiegato un portavoce, ricordando l'impegno di eBay nel collaborare con le forze dell'ordine per combattere simili attività.

"Noi investiamo un numero significativo di tempo e risorse per prevenire attività terroriste sulla nostra piattaforma", ha dichiarato invece un responsabile di Paypal. "Segnaliamo alle forze dell'ordine ogni attività che si sembra sospetta".