L'Apple Watch rischia il rinvio in Svizzera?

di

Se pensavate di fare una capatina in Svizzera per accaparrarvi una copia dell’Apple Watch il 24 aprile potreste rimanere delusi: pare infatti che la vendita nello stato elvetico potrebbe essere posticipata. Sembra incredibile ma esiste un brevetto del 1985 appartenente a William Longe, proprietario dell'azienda Leonard, che impedisce ad altre case di mettere in vendita un orologio accompagnato dalla dicitura “apple”.

La casa di Cupertino quindi si troverebbe nella difficile posizione di dover aprire un contenzioso legale, a pochi giorni dal lancio, per poter vendere nei tempi stabiliti il proprio wearable. Fortuna vuole che il brevetto scada il 5 dicembre di quest’anno, ma può Apple aspettare così tanto per far uscire il prodotto? Un’altra soluzione possibile sarebbe vendere il proprio orologio come iWatch togliendo qualsiasi riferimento alla parola mela: un rimedio che potrebbe risolvere il problema ma che ci appare molto improbabile. Se queste fossero davvero le proporzioni della vicenda, il rinvio in Svizzera del lancio dell’orologio smart Apple, di almeno qualche mese, sarebbe davvero concreto. La mancanza di comunicati da parte dell’azienda americana però ci fa pensare che tutta la questione sia stata ingigantita e che il rischio di posticipo non sussista realmente.