L’ex Microsoft Steven Sinofsky parla dei trend tech del 2014

di

L’ex capo del team Windows, Steven Sinofsky, ha stilato una lista dei principali trend tecnologici di cui sarà caratterizzato il 2014. Sinofsky è una delle persone più competenti nel settore della tecnologia e attualmente è partner della compagnia-venture Andreessen Horowitz, nonchè insegnante alla Harvard Business School. Date uno sguardo ai 10 “Mega-Tech-Trends” (non in ordine di importanza) del 2014 dopo il salto.

  1. Dispositivi di fascia alta e low-cost saranno molto popolari. Un esempio è stato dato da Motorola con il Moto G, in vendita a 199 euro in Europa e 179 dollari in USA. Solo perchè è economico, non significa che sia un cattivo prodotto. Le recensioni infatti, sono molto positive.
  2. Strumenti di lavoro cloud-based diventeranno più numerosi e sempre più importanti. Sinofsky, citando moltissime start-up che lavorano a strumenti cloud-based per le aziende, pensa che il settore vedrà una notevole crescita:"Asana, Quip, PAper, Mixpanel, Lucidchart, Hakudeck e altre start-up si espanderanno moltissimo il prossimo anno. Strumenti di lavoro cloud-based già affermati, come Evernote, Box, Dropbox, WhatsApp e altre con una base formata da tantissimi utenti miglioreranno dal punto di vista della cross-organization lavorativa e diventeranno essenziali per intere compagnie".
  3. Le aziende avranno meno problemi grazie al cloud. Le imprese smetteranno di acquistare software da installare nei propri data center e utilizzeranno il cloud. Non solo. Non avranno più preoccupazioni nel condividere l'hardware in-the-cloud, poichè riceveranno grossi benefici nel condividere i dati con diverse altre aziende.
  4. La messaggistica istantanea "demolirà" le email. "Le email saranno sempre più viste al pari dei messaggi via fax e gli SMS saranno usati per comunicazioni ufficiali o lettere formali. Le persone utilizzeranno strumenti sempre più ricchi di funzionalità ed espressivi", sostiene Sinofsky. Inoltre egli consiglia di evitare le notifiche per le e-mail, di fare affidamento sugli SMS solo quando urgente ed essere eterogenei nelle scelte di messaggistica. Gli strumenti con capacità di invio dei messaggi saranno sempre di più, sia per dispositivi desktop che mobile.
  5. Sarà sempre più difficile sviluppare per iOS e Android. Le due piattaforme diventano sempre più "uniche" e realizzare un design simile per entrambe le versioni di un'applicazione non funzionerà più:"In definitiva gli sviluppatori dovranno avere delle ottime basi nella programmazione su entrambe le piattaforme e conoscere al meglio le funzionalità di sincronizzazione".
  6. Ci sarà una grande differenza tra i display piccoli e quelli grandi. I design delle applicazioni non saranno uguali per ogni tipo di dispositivo. Alcuni programmi nati per smartphone dovranno essere ottimizzati per tablet, laptop e dispositivi ibridi.
  7. Moltissime persone stanno andando a vivere in città e le loro vite saranno al 100% digitali/mobile: "Le piattaforme mobili faranno parte di ogni acquisto o transazione. Tutto ciò che richiede prenotazioni, acquisto di biglietti, risorse fisiche, consegna o programmazione, se disponibile via mobile, "vincerà il cuore e la mente dei nuovi cittadini".
  8. Possedere cose sarà sempre più obsoleto. Si tratta di una grande idea che sta nascendo nella (Silicon) Valley. Perchè possedere una macchina se si può usare quella di qualcun altro part-time? Perchè usare il vostro appartamento per sempre se potete affittarlo e guadagnare dei soldi?
  9. I phablet saranno la normalità. Attualmente questi dispositivi sembrano dei piccoli mostriciattoli. Il prossimo anno saranno percepiti come i perfetti dispositivi-ponte tra smartphone e tablet.
  10. Cloud-storage illimitato. Speriamo sia vero:"Il 2014 sarà l'anno in cui ci saranno molte opzioni per il cloud-storage illimitato. Email, file, foto, applicazioni, backup mobile e molto più potranno essere tranquillamente riportati nel cloud storage illimitato, che diventerà la caratteristica essenziale dei device mobili, oltre ai normali gigabyte fisici".