L'industria del gaming negli USA in caduta libera, hardware e software crollano

di

Per l'industria dei videogiochi il mese scorso è stato molto duro. Secondo dei nuovi dati provenienti dalla società di ricerca NPD, il totale delle vendite di videogiochi negli USA ha raggiunto quota 548.400.000 di $. Questo dato, che comprende il numero degli hardware e software fisici venduti, è sceso del 20% rispetto allo stesso mese dell'anno scorso, quando le console e i giochi venduti raggiunsero quota 686.300.000 di $. Per quanto riguarda le console, la situazione è ancora peggio, con un calo delle entrate del 32%, per un totale di 150.7 milioni di $.

Secondo l'analista Anita Frazier di NPD, tutti i tipi di console hanno subito un calo di vendite. Solo la console portatile Nintendo 3DS è stata in grado di aumentare le vendite nel corso dell'anno. Nè Nintendo ne NPD avrebbero divulgato le unità vendute del 3DS, ma il produttore di Super Mario ha riferito in un comunicato che le vendite sono aumentate del 44% rispetto a luglio 2011. Nonostante un luglio negativo, Microsoft ha piazzato 203 mila unità e ciò ha contribuito a far raggiungere la vetta della classifica alla società di Redmond. Per quanto riguarda il lato software, le vendite sono diminuite del 23%, raggiungendo entrate pari a 278.2 milioni di $. Secondo NPD, NCAA Football 13, Lego Batman 2: DC Super Heroes e The Amazing Spider-Man si sono posizionati sul podio, mentre Just Dance 3 e Batman Arkham City hanno raggiunto rispettivamente il quarto e il quinto posto. Anche se il settore dei giochi fisici è stato un po' deludente, i giocatori hanno speso molto per l'acquisto di giochi e contenuti digitali. Sempre secondo i dati di NPD, nel mese di luglio sono stati spesi 439 milioni di $ per il download di contenuti aggiuntivi dei giochi, titoli completi, abbonamenti e altri servizi digitali. 
FONTE: CNET
Quanto è interessante?
0