L'iPad mini 2 costringerà i produttori a realizzare tablet sempre più economici

di

Il rilascio quasi certo per il 2013 dell'iPad mini di seconda generazione sta obbligando i costruttori di tablet a buttar fuori un numero infinito di mini device low-cost per conquistare la maggior parte delle quote mercato del settore. L'analista della società J.P. Morgan, Mark Moskowitz, è convinto che quest'anno le vendite tablet schizzeranno alle stelle, con un aumento del 65% rispetto al 2012 e, nonostante le scelte sul mercato saranno diverse, sarà l'iPad mini ad usufruire dei maggiori ricavi, grazie al suo "irresistibile fascino". Le altre aziende possono competere solo sul prezzo, ma ciò andrà a limitare i loro ricavi netti. L'analista si aspetta che anche Samsung inizi a mostrare i muscoli, grazie al Note 8.0, così come è convinto che Google rafforzi la propria quota mercato con il suo sistema operativo Android, offrendo più prodotti e investendo in campagne pubblicitarie:"Pensiamo che Google venda un numero maggiore di tablet della linea Nexus 7 rispetto al passato grazie alla qualità e a prezzi ancor più competitivi. Faranno ancor meglio della controparte proposta da Amazon".

E Microsoft? L'aumento di vendite garantirà migliori risultati per il Surface? Secondo Moskowitz il tablet dell'azienda di Redmond non ha ancora conquistato a sufficienza l'utenza per "colpire" il mercato. A dicembre, secondo i suoi dati, Microsoft avrebbe venduto solo 600 mila tablet.
FONTE: Cnet
Quanto è interessante?
0