L'italiano Paolo Nespoli e altri due astronauti raggiungono la stazione spaziale

di
Il 28 luglio alle ore 17:40 italiane è partito il razzo che ha spedito nello spazio 3 astronauti: Paolo Nespoli dell'ESA (a sinistra), Sergey Ryazanskiy della Roscosmos (al centro) e Randy Bresnik della NASA (a destra). L'equipaggio è arrivato con successo alla stazione spaziale internazionale, per una missione che durerà 5 mesi.

Il veicolo spaziale Soyuz è partito in orario senza alcun intoppo da Baikonur Cosmodrome in Kazakistan, e se non avete visto il live di ieri vi rimandiamo alla news dove vengono mandate in onda nuove interviste e repliche del lancio. Dopo circa 6 ore di viaggio e 4 orbite attorno alla terra il veicolo si è agganciato correttamente alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

Ora la ISS ha l'equipaggio completo di 6 astronauti complessivi, di cui Peggy Whitson, Jack Fischer, Bresnik e Nespoli eseguono gli esperimenti della NASA mentre Ryazansky e Fyodor Yurchikhin quelli della Roscosmos russa.

Paolo Nespoli, 60 anni e 3 viaggi spaziali contando quello di ieri, ha accumulato 174 giorni al di fuori dell'atmosfera terrestre ed è senza dubbio uno degli astronauti più esperti del gruppo. Nonostante l'età non si può dire che non abbia l'entusiasmo giusto per un viaggio spaziale, come mostra il suo ultimo tweet prima della partenza (in fondo alla news) che cita Star Trek ("Beam me up Scotty").

La ISS viaggia intorno alla terra dal 1998, nata da una collaborazione internazionale tra le agenzie spaziali e ad oggi è usata per condurre una lunga serie di esperimenti che riguardano anche la medicina, la biologia e la chimica, visto che le strutture molecolari nello spazio sono più semplici da studiare ed identificare.

FONTE: phys.org
Quanto è interessante?
6