L'ombra del secondary ticketing sul concerto di Vasco: biglietti a 2mila Euro!

di
Nonostante si sia speso, anche in prima persona, per contrastare il fenomeno del secondary ticketing, lasciando il promoter Live Nation a seguito dei fatti accaduti a seguito della vendita dei biglietti per le date milanesi dei Coldplay, Vasco Rossi non è rimasto immune.

Secondo quanto riferito dal Codacons attraverso una nota ufficiale, i biglietti per il Pit 1 del concerto-evento di Modena sarebbero presenti sui siti di secondary ticketing a 2.634 euro, per un rincaro di oltre il 3.400% rispetto ai 75 Euro ufficiali.
A tal proposito, l’associazione a difesa dei consumatori ha chiesto l’oscuramento e sequestro dei suddetti siti: “il Codacons chiede oggi alla Procura della Repubblica di Milano di disporre l’oscuramento e il sequestro urgente dei siti di secondary ticketing che vendono biglietti per il concerto di Vasco Rossi dell’1 luglio a Modena a prezzi maggiorati e che oramai sfiorano i 3000 euro, realizzando una ignobile speculazione a danno degli utenti” si legge nella nota, inviata anche alla procura di Modena, a cui è stato anche chiesto di valutare una “possibile sospensione dell’evento dell’1 luglio al “Modena Park”, per evitare il compimento e la prosecuzione dei gravi reati connessi al bagarinaggio online che danneggiano da un lato gli utenti, dall’altro l’economia nazionale, portando vantaggi unicamente a chi li commette”.
Da parte degli organizzatori e lo stesso artista, però, ancora non è arrivata ancora nessuna nota.

FONTE: Codacons
Quanto è interessante?
5