L'uccisione di Bin Laden sfruttata per veicolare malware

di

Come accade da molto tempo, i creatori di virus e malware di ogni tipo, sono sempre pronti a sfruttare i fatti di estrema rilevanza per veicolare le infezioni informatiche; ovviamente l'occasione dell'uccisione di Bin Laden non poteva certo costituire un'eccezione, tant'è che a poche ore dall'ufficializzazione della notizia da parte del governo americano, sono iniziati a circolare in rete malware di vario tipo, che sfruttano prevalentemente il bacino d'utenza dei social network per diffondersi in maniera rapida. Moltissimi utenti di Facebook si sono trovati in bacheca falsi link che puntano a altrettanto falsi link di video fasulli relativi all'uccisione del capo di Al Quaeda.

La tecnica utilizzata su Facebook è la notissima(a quanto pare, non per tutti) catena d'infezione che trova la sua origine in un messaggio di chat proveniente apparentemente da un amico che recita "Guarda il video dell'uccisione di Osama Bin Laden!"; il link punta a un sito web contenente una serie di istruzioni(false), in base alle quali sarebbe possibile visionare il materiale multimediale relativo all'uccisione. Il codice che l'utente incolla nella barra degli indirizzi, altro non è che Javascript che richiama un'ulteriore file scritto con lo stesso linguaggio, presente su un sito violato. Quest'ultimo file non fa che passare in rassegna tutta la lista amici dell'ignaro utente che ha aperto il link, per poi creare un evento al quale tutti gli amici vengono invitati e continuando ad aggiornare lo status dell'utente colpito sul social network. Raccomandiamo, in questi casi, di passare in rassegna i siti ufficiali di cronaca, evitando di cliccare su link che promettono materiale esclusivo.