L'UE: "Facebook è l'unico a rispettare codice condotta europeo su hate speech"

di
Facebook sta facendo di tutto per combattere l'hate speech, il fenomeno dell'incitamento all'odio, sulla sua piattaforma. E gli sforzi non sono passati inosservati visto che l'UE ha dichiarato che il social network è l'unico ad essere in regola con il Codice di condotta volontariamente firmato un anno fa, ancora male Twitter e YouTube (ma c'è leggero miglioramento).

Nel lungo report pubblicato Giovedì la Commissione Europea ha dichiarato che le compagnie del tech hanno fatto progressi significativi nel rispettare il Codice di condotta sottoscritto su base volontaria, che invita i social a moderare i contenuti discriminatori entro 24 ore dalla segnalazione. Il Codice è stato firmato da Facebook, Twitter, Youtube e Microsoft lo scorso Maggio 2016. Al momento la Commissione sta valutando di stringere ulteriormente le misure contro i contenuti di incitamento all'odio, una misura che ha, in realtà, sollevato non poco preoccupazioni, specie da parte delle ONG per i diritti digitali, che temono un attacco alla libertà di parola.

"I risultati della seconda valutazione (la prima fu fatta lo scorso Dicembre ndr) sono incoraggianti", ha commentato il Membro con delega alla Giustizia Vĕra Jourová, "Le compagnie ora rimuovono i contenuti non in regola nel doppio dei casi rispetto a sei mesi fa, e molto più rapidamente di prima. Si tratta di un primo passo nella giusta direzione".

Tuttavia al momento è solo Facebook ad essere in regola con il dettato del Codice di condotta, con il 58% dei contenuti controllati entro 24 ore, rispetto al 50% di Dicembre. Un bel numero se si pensa invece ai risultati ancora deludenti, rispetto agli alti standard della Commissione, di YouTube al 42.6% e Twitter al 39%. Entrambe comunque in miglioramento, ma per soddisfare l'agenda politica della Commissione c'è ancora molto lavoro da fare.