La Cina creerà il primo supercomputer exascale, sarà il più veloce del mondo

di
Costruire e progettare dei supercomputer si sa, non è cosa certo semplice, ma nonostante ciò i giocatori nel settore delle macchine ad altissime prestazioni riescono sempre a migliorare le prestazioni. La Cina è una delle nazioni che più investe nell'HPC (e il TaihuLight ne è una prova lampante), ma essa non è ancora sazia e vuole alzare di più l'asticella del calcolo computazionale.

Secondo l'agenzia di news statale cinese, Xinhua, il governo ha infatti alzato il livello di priorità per la costruzione del primo prototipo di supercomputer exascale al mondo, che dovrebbe essere completato entro la fine dell'anno corrente. Una macchina del genere è in grado di processare miliardi e miliardi di calcoli al secondo, roba che i comuni PC desktop non riescono nemmeno ad immaginare. "Il primo prototipo di supercomputer exascale a cui stiamo puntando arriverà per fine anno, ma verrà reso completamente operativo per risolvere problematiche di tantissimi tipi solo nel 2020", ha detto Zhang Ting, un ingegnere del National Supercomputer Center in Cina.
Stati Uniti, preparatevi a rispondere quindi, la Cina non scherza affatto.