La Cina sta per lanciare una nuova moneta digitale per pagare tutto online

di
La Banca Centrale cinese sta diventando completamente digitale. Dopo aver messo insieme un team di ricerca nel 2014, la Banca Popolare della Cina ha iniziato i test per la sua moneta digitale criptata, sarebbe infatti il primo istituto a raggiungere un obiettivo simile.

Si tratta di una vera e propria moneta digitale utile ad acquistare qualsiasi cosa, dai noodles alle auto di lusso, tramite app e smartphone, al pari di altri famosi servizi come Alipay e WeChat. Di contro, per i commercianti, la nuova valuta significa ricevere pagamenti digitali e avere commissioni azzerate, poiché non ci sarebbero intermediari (altre banche o istituti di credito) fra loro e i clienti. L’iniziativa inoltre va ad alimentare un trend in ascesa nel Paese, i cittadini cinesi hanno ormai imparato a utilizzare internet per pagare qualsiasi cosa, da una bibita in lattina agli elettrodomestici, per ogni transazione basta qualche tap sullo smartphone e non più le monete contanti.

Il governo ha pensato a una soluzione simile anche per limitare servizi simili come Bitcoin, che potrebbero rischiare di saltare da un momento all’altro facendo perdere denaro ai cittadini. Non trattandosi di una vera e propria moneta legale, Bitcoin è come una bolla di sapone, basta un nonnulla perché salti in aria. Non è dunque un ambiente affidabile, invece una valuta digitale supportata dallo stesso governo avrebbe la medesima stabilità delle banconote fisiche, con meno rischi e più sicurezza. Una lezione per tutti quei Paesi, Italia compresa, che fanno ancora fatica a convertirsi al digitale, continuando a preferire la moneta contante.

FONTE: Bloomberg