La crittografia di Android sarebbe ancora vulnerabile secondo un professore

di
Negli ultimi tempi, soprattutto dopo le rivelazioni di Edward Snowden, si è fatto un gran parlare della crittografia dei vari dispositivi e sistemi operativi ed in particolare dei dati degli utenti. secondo un professore in materia della Johns Hopkins University, la crittografia di Android non sarebbe completamente sicura.

Matthew Green infatti sostiene che mentre gli smartphone basati su Nougat si sono allontanati dalla cifratura completa del disco (FDE), il fatto che includano una protezione a livello di file se si imposta un semplice codice d’accesso apre le porte a scenari in cui è ancora possibile accedere ai dati memorizzati nella memoria del telefono.
Apple, in confronto, offre non meno di quattro livelli di protezione in iOS, mentre Android N ne ha solo due, e tutto ciò rende potenzialmente vulnerabili milioni di applicazioni.
Nel rapporto si legge che “Android sta ancora lottando per implementare la crittografia direttamente nella schermata di blocco, una cosa che Apple ha fatto sei anni fa. Questo non fa ben sperare per la sicurezza a lungo termine degli utenti e dispositivi”.

FONTE: PA Quanto è interessante?
0
Segnala Notizia Segnala Errori Vai ai commenti