La divisione cloud guida un trimestre da record per Microsoft

di
Funziona la strategia dell’amministratore delegato di Microsoft, Satya Nadella, che sin dai primi istanti successivi alla sua nomina ha voluto puntare massicciamente sul comparto cloud. Il colosso di Redmond ha da poco rilasciato il rapporto fiscale relativo ai guadagni registrati nel secondo trimestre.

In questo periodo la compagnia ha riportato un fatturato di 24,1 miliardi di Dollari, a fronte di un utile netto pari a 5,2 miliardi di Dollari, due dati che hanno battuto nettamente le stime degli analisti del Wall Street Journal. Microsoft riferisce che LinkedIn ha portato a fatturato 228 milioni di Dollari ed una perdita netta di 100 milioni di Dollari, nel periodo cominciato l’8 Dicembre 2016.
Come dicevamo prima, la divisione cloud sta continuando ad imporsi nel mercato di riferimento, in cui il leader resta comunque Amazon con Web Services. I ricavi di Azure sono aumentati addirittura del 93%, mentre l’attività More Personal Computing ha fatto registrare un calo del 5%, che Microsoft continua ad attribuire al calo dei ricavi del settore della telefonia, che in totale sono diminuiti dell’81%, con le entrate degli OEM di Windows cresciute del 5% dopo un Q1 piuttosto piatto. Le entrate per i prodotti commerciali e servizi cloud della divisione Windows hanno fatto registrare un aumento del 5%.
Il gaming, invece, registra un calo del 3% su base annua, che Microsoft imputa alle basse entrate generate dalla console Xbox ma compensate dalla crescita del fatturato di software e servizi Xbox. Xbox Live, nel frattempo, ha toccato 55 milioni di utenti attivi al mese (un record), in aumento dai 47 milioni dello scorso trimestre.
I ricavi della divisione Surface sono invece diminuiti del 2% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

FONTE: The Verge