La marina americana vuole che i videogiocatori fermino le macchine

di
Storicamente i videogiocatori sono considerati o bambini oppure grandi ciccioni nullafacenti, beati luoghi comuni, ora però sta per arrivare la loro rivincita.

La marina militare americana, la U.S. Navy, ha ben pensato di creare un gioco online e di richiamare a raccolta proprio i gamer, sperando di risolvere dei problemi di vita reale attraverso la simulazione. L’esperimento inizierà il prossimo 27 marzo ed è ancora più folle di quanto possa sembrare: la marina infatti vuole risolvere un problema ben preciso, l’avanzata delle macchine e delle intelligenze artificiali.

L’Office of Naval Research (ONR) ha infatti paura che le macchine possano diventare sempre più intelligenti e rivoltarsi contro gli umani, o comunque creare problemi alle popolazioni e ai governi. Quello che sembra in tutto e per tutto uno spin-off di Terminator, è un progetto serio e reale. Tramite un gioco sviluppato per browser, i giocatori potranno scambiarsi idee e soluzioni per ovviare al problema dell’avanzata inarrestabile della tecnologia, all’intero di un vero e proprio MMOWG (massively multiplayer online war game).

Il dottor Eric Gulovsen dell’ONR ha spiegato: "La tecnologia è arrivata a uno stadio talmente avanzato che non vediamo più la linea dell’orizzonte, non sappiamo dove potremo arrivare. Per questo motivo abbiamo pensato di chiedere aiuto ai giocatori, che con la fantasia e l’esperienza maturata negli anni possono inventare soluzioni contro problemi che non sappiamo ancora affrontare”. In poche parole, la passione di una vita avrà finalmente uno scopo reale per molti gamer.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
0