La polizia inglese userà l'AI per decidere se arrestare o meno un sospetto

di
Sembra una notizia uscita direttamente da un episodio di Psycho Pass, eppure è la realtà: la polizia inglese userà l'intelligenza artificiale per classificare la pericolosità di un sospetto, determinando in questo modo se è il caso di metterlo in custodia cautelare o meno.

Il sistema si chiama Hart, che sta per Harm Assesment Risk Tool e classificherà i sospetti sulla base di tre livelli di pericolosità: basso, medio o elevato. La polizia di Durham prevede di rendere operativo questo strumento nei prossimi mesi, con l'obiettivo di testarne l'efficacia.

Questo sistema permetterà di determinare anche il numero di giorni di detenzione oltre che l'ammontare della cauzione. Come riporta la BBC, Hart prende decisioni sulla base dei dati raccolti dalla polizia di Durham tra il 2008 e il 2013, tenendo conto dei precedenti penali, numero di fermi, tasso di reiterazione dei crimini e gravità dei reati.

Secondo i test effettuati ad oggi, Hart si è dimostrato affidabile nel 98% dei casi in cui ha attribuito un basso rischio, e nell'88% delle volte in cui si è espresso per un elevato livello di pericolosità.