La rinascita del Vinile: se ne vende uno ogni 30 secondi

di
Nonostante la grossa quantità di musica presente sulle principali piattaforme di streaming musicali, che hanno profondamente modificato l’industria musicale, l’ultima parte del 2016 e la prima del 2017 passerà alla storia come l’anno del ritorno del vinile, che sono tornati incredibilmente (e probabilmente anche insperatamente) in voga.

A confermare questo trend ci ha pensato l’ultimo rapporto di Nielsen Music, secondo cui la vendita di vinili ha raggiunto il punto più alto dell’ultimo decennio. I dischi a 33 e 45 rappresentano il 14% di tutte le vendite di supporti fisici negli Stati Uniti, mentre in Gran Bretagna, a conferma che il mercato musicale d’Oltremanica faccia da traino a quello mondiale, i vinili hanno superato le digital delivery, piazzandosi al secondo posto solo dietro allo streaming.

Altrettanto interessante è che, ad oggi, viene venduto un vinile ogni trenta secondi. Le scelte dei clienti sono variegate: si va dalle ristampe dei dischi storici, a nuove edizioni ed anche nuovi album. Molti, infatti, pur essendo abbonati a servizi di streaming preferiscono acquistare il vinile fisico per collezione.