La seconda generazione di HoloLens includerà un chip per l'IA

di
Microsoft ha annunciato che la seconda generazione di HoloLens, il visore per la realtà mista del colosso di Redmond, includerà un chip per l’intelligenza artificiale ed un co-processore disegnato e progettato da Microsoft.

Questi saranno utilizzati per analizzare i dati visivi direttamente sul dispositivo, e permetteranno anche di risparmiare tempo evitando sovraccarichi sul cloud. Il risultato, secondo Microsoft, sarà tangibile da subito, soprattutto a livello di prestazioni dal momento che si evita un passaggio, ovvero l’upload dei dati sul cloud e server remoti. I dispositivi inoltre saranno anche più user-friendly, in quanto non c’è bisogno di mantenere una connessione ad interne continua, e, cosa che sicuramente farà piacere a coloro che guardano anche alla sicurezza, i dati non “lasceranno mai il visore”.

A giudicare dai rumor, anche Apple starebbe sviluppando un proprio processore per l’intelligenza artificiale da integrare nei prossimi iPhone, battezzato “Apple Neural Engine”, e l’ingresso di Microsoft in questo settore dimostra ancora una volta come sia estremamente interessante.