La Silicon Valley contro Trump per la costruzione di un database di musulmani

di
Centinaia di ingegneri della Silicon Valley si sono pubblicamente rifiutati di aiutare la nuova amministrazione Trump a costruire un database per il monitoraggio dei musulmani presenti sul suolo americano.

Abbiamo scelto di fornire la nostra solidarietà ai musulmani americani, immigrati e tutte le persone la cui vita è minacciata da minacce e proposte avanzate da parte della nuova amministrazione, che vorrebbe addirittura effettuare una raccolta di dati. Ci rifiutiamo di costruire un database di persone sulla base delle loro credenze religiose, che sono protette dalla costituzione. Ci rifiutiamo di facilitare le deportazioni di massa di persone che non sono ben accette dal governo” si legge nella lettera firmata da 585 persone che lavorano per aziende come Apple, Google, IBM, Twitter, GitHub ed Etsy.
Questo impegno è stato lanciato nella giornata di ieri, a poche ore dall’incontro in programma tra il repubblicano ed alcuni rappresentanti della Silicon Valley.