Le auto senza pilota di Volvo hanno un problema: non riconoscono i canguri

di
INFORMAZIONI SCHEDA
Volvo ha un problema: le sue auto senza pilota, che in questo momento sono in fase di testing, non sono in grado di riconoscere i canguri. A quanto pare si muovono in maniera troppo diversa dagli altri animali di grandi dimensioni. I salti dei canguri sono addirittura in grado di mandare in tilt la strumentazione della macchina.

Il manager tecnico di Volvo Australia, in un'intervista, ha spiegato che i canguri con i loro continui salti creerebbero dei problemi ai sistema di riconoscimento degli animali della macchina. "Abbiamo notato che i problemi si presentano quando i canguri sono a metà del volo, quando sono in alto la macchina li vede come distanti, poi, però, una volta atterrati li vede come più vicini", ha raccontato ad ABC Australia.

Il sistema è già stato testato con altri animali delle zone meno urbanizzate, come le alci con cui non ci sono stati particolari problemi. Il sistema riconosce gli animali usando il suolo come punto di riferimento per riconoscere la distanza da un oggetto. Quando gli strumenti si imbattono in un canguro nel bel mezzo di un salto diventano confusi.

Un bel problema perché si tratta anche dell'animale più temuto dagli autisti australiani: nel 2016 i canguri hanno causato più incidenti di ogni altro animale. Nove incidenti su dieci causati da un animale erano imputabili ai canguri. Per questo, a maggior ragione, è fondamentale per Volvo risolvere questo problema quanto prima .