Le quote di AMD salgono dopo l'annuncio della collaborazione con Google sul deep learning

di
Mentre NVIDIA sta facendo tantissimi ricavi con il settore consumer delle schede grafiche, un altro grosso campo in cui i potenziali profitti sono abbondanti è quello dell'IA e del deep learning. Questa è un'area in cui AMD non è mai stata troppo coinvolta, fino a questa settimana, in cui la compagnia ha annunciato una collaborazione con Google.

All'inizio del 2017, la piattaforma cloud di Google offrirà alcune schede grafiche a tutto il mondo per il cloud computing, e le schede grafiche utilizzate saranno in parte delle NVIDIA Tesla e in parte delle AMD FirePro S9300x2. Dopo questa notizia le quote di AMD sono aumentate di circa il 10% del loro valore, e chiaramente questo potrà portare alcuni profitti alla divisione data center della società di Sunnyvale. Il deep learning è un'area in cui NVIDIA sta lavorando da tempo, ed in effetti sta portando a quest'ultima ricavi extra. Magari AMD riesce a mettersi sui binari anche su questi campi, aiutata dai processori Zen e dall'architettura Vega.