Lenovo rinnova #differentisbetter anche al Festival del Cinema Africano

di
Comunicato Stampa: Lenovo promuove i talenti al Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina, che si svolge a Milano dal 20 al 26 marzo, kermesse culturale internazionale unica nel suo genere, e vi sostiene il suo messaggio #DifferentIsBetter anche per sottolineare l’importanza e la ricchezza delladiversity culturale.

Giunto alla 27esima edizione, il FCAAAL è l’unico festival in Italia sulle cinematografie e culture di tre continenti (Africa, Asia e America Latina). La programmazione del festival quest'anno, che sintetizza la proposta culturale nel claim "Where future beats”, prevede circa 60 film per 7 giorni di programmazione, scelti tra oltre 600 film, e che saranno valutati, rispettivamente, da Giurie di esperti internazionali e di giornalisti italiani per assegnare il Premio al Miglior Film del Concorso Finestre sul Mondo; il Premio al Miglior Cortometraggio Africano e al Miglior film “Extr’A”, la sezione dedicata ai film italiani girati nei tre continenti o sulle tematiche dell’immigrazione in Italia.
Il punto d’incontro per gli ospiti e il pubblico sarà il Festival Center (Casello Ovest di Porta Venezia) che ospita mostre, iniziative, occasioni di crescita professionale tra cui le attività promosse da Lenovo per la formazione di giovani e talentuosi creativi e filmaker attraverso attività teoriche e pratiche che permettono la sperimentazione diretta della tecnologia Lenovo, grazie a mobile workstation ThinkPad serie P.
Tra le attività promosse da Lenovo nel Festival Center, una masterclass alla Scuola Civica di Cinema Luchino Visconti in programma mercoledì 22 marzo alle ore 18, con la regista documentarista Luciana Fina, che presenta il film Extr’A il film “Terceiro Andar” e due giorni di workshop pratico negli spazi del Festival Center giovedì 23 e venerdì 24, a cura della community Zooppa.com e guidati dagli zooppers pro CHD Animation, sul processo creativo finalizzato alla creazione di contenuti multimediali: dallo storyboard alla produzione, sperimentando tecniche di videomaking, fotografia e grafica utilizzando gli innovativi dispositivi messi a disposizione da Lenovo, come la mobile workstation ThinkPad P50, la più sottile e leggera workstation portatile di Lenovo, con scheda GPU NVIDIA Quadro – per capacità grafiche incredibili – e un monitor da 15.6 pollici UHD 4K.
Inoltre presso il Festival Center, Lenovo è presente con un suo corner per tutta la durata della manifestazione, per raccogliere i pensieri di ospiti e i disegni del pubblico - su carta e in digitale - sul tema #DifferentIsBetter grazie a uno Yoga Book, il rivoluzionario 2-in-1 convertibile, disponibile nelle versioni Android e Windows, con cui è possibile scrivere o disegnare sia su tavoletta sia su carta utilizzando la stilo con inchiostro vero, digitalizzando immediatamente appunti e schizzi.
Inoltre, in occasione della serata di chiusura del Festival in programma sabato 25 marzo all’Auditorium San Fedele (Piazza S. Fedele, 4), Lenovo consegnerà un Lenovo Yoga Book in premio al giovane regista del Festival che attraverso il suo lavoro abbia saputo esprimere al meglio che #DifferentIsBetter.
Nella precedente edizione (2016) il premio speciale Lenovo è stato assegnato attraverso la votazione della giuria e del pubblico a Pablo Apiolazza e Federica Raffin, autori del miglior video su “Italia 2050” tra cultura e tecnologia.
Riteniamo che uno dei cardini del successo di Lenovo sia l’aver saputo coniugare innovazione e multiculturalità - ha commentato Emanuele Baldi, Amministratore Delegato di Lenovo Italia - e teniamo in gran conto la ‘diversity’ – di genere e non solo, ad esempio con la recente campagna di recruitment Lenovo Women per attrarre talenti al femminile. Siamo infatti convinti che tecnologia e cultura vanno di pari passo e che l’empowerment femminile arricchisce le aziende e le società che lo promuovono. Per tutti questi motivi ci fa particolarmente piacere rinnovare il nostro impegno a questo Festival multiculturale unico nel suo genere, augurandoci di dare un contributo, anche con la nostra tecnologia, alle sue opere di oggi e di domani”.

Iscriviti alla pagina Facebook di Everyeye Tech