LTE in Italia: il 25% della popolazione può utilizzarlo

di

La diffusione dell'LTE, meglio conosciuto come 4G, procede a rilento nel Belpaese. La situazione era a conoscenza degli addetti ai lavori, ma uno studio pubblicato dal portale SoSTariffe.it ne da conferma. I dati fanno emergere una dura realtà: solo il 25% della popolazione può utilizzare questa connessione super veloce, la maggior parte della quale al Nord o comunque nelle grandi città. Alberto Mazzetti, amministratore delegato di SoSTariffe, ha delineato sinteticamente la situazione:"Tra le regioni più coperte sicuramente Veneto, Lombardia e Puglia. La copertura in Italia in ogni caso ha già superato il 25% della popolazione. Da notare che ci sono due intere regioni, Molise e Basilicata, completamente senza rete LTE.Dal punto di vista del volume di dati a disposizione e dei costi, il limite mensile di traffico per le offerte 4G è spesso 2 o 3 volte superiore a quello dei piani con tecnologia 3G, mentre il costo al GB è inferiore".

Nella tabella riassuntiva che vedete in calce alla news emerge la situazione di Firenze, unica delle grandi città in Italia a non avere alcun attacco LTE. Tra gli operatori invece, è Wind quella ancora non attrezzata per questa tecnologia, mentre H3G è presente solo a Roma e Milano, le uniche città che mettono a disposizione ben 3 operatori dotati di offerte per l'LTE.
LTE in Italia: il 25% della popolazione può utilizzarlo