March for science: in migliaia contro l'odio per la scienza dell'era Trump

di
Lo scorso 21 Aprile si sono trovati in migliaia a Washington DC per celebrare la scienza e contrastare i sempre più forti sentimenti di diffidenza nei confronti della verità empirica. Non sono mancate le polemiche contro Donald Trump e le sue posizioni sul riscaldamento globale.

In un momento storico estremamente delicato in cui sempre più persone non si riconoscono nelle verità offerte dal mondo scientifico, migliaia di scienziati, professori, ricercatori e semplici appassionati si sono ritrovati a Washington DC per alzare la voce contro l'America di Trump, quella che minaccia di eliminare le limitazioni alle emissioni inquinanti perchè tanto il riscaldamento globale è "un'invenzione della Cina" e per cui i vaccini "fanno ammalare i bambini d'autismo".

Quasi un centinaio di migliaia a Washington e anche di più nelle seicento diverse città del mondo dove la manifestazione si è tenuta parallelamente. Tra queste New York, San Diego, ma anche Vienna, Rio de Janeiro, Parigi e Roma.

La manifestazione in realtà doveva essere un modo per dire che esiste una larga fetta di persone che non ci stanno al mondo delle teorie cospirazioniste. Obiettivo? Chiedere alle istituzioni di tutto il mondo di trattare la verità empirica per quello che è: un qualcosa che non si presta ad interpretazioni di comodo dettate dalla propria fede politica. Non sono mancati poi -ed era inevitabile- numerosi manifesti e proclami contro l'amministrazione Trump, rea di mortificare i ricercatori scientifici e portare avanti politiche irreversibili ed estremamente dannose per l'ambiente.

Trai partecipanti anche Bill Nye, celebre personalità televisiva americana anche noto come "l'uomo della scienza". Sollecitato dai cronisti ha rilasciato una dichiarazione dove si augurava che i tanti manifestanti possano convincere Trump a rivedere alcune sue posizioni, perchè "una forte opinione in qualcosa non ha la stessa efficacia di un'attenta operazione di peer review scientifico".