Mark Zuckerberg: "non correrò per alcuna carica politica"

di
Subito dopo l’elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti, sul web si era fatta largo l’ipotesi secondo cui uno dei prossimi candidati alla Casa Bianca sarebbe potuto essere il fondatore ed amministratore delegato di Facebook, Mark Zuckerberg.

Il dirigente d’azienda americano, però, in un post pubblicato sul proprio profilo ufficiale, ha ribadito ancora una volta che le ragioni per cui ha iniziato una sorta di tour alla volta delle principali città degli USA non sono da ricercare nella politica.
Molti mi hanno chiesto se questa sfida che ho intrapreso farà da apripista ad un mio ingresso in politica. Ebbene, non lo è. Ho preso questa decisione per avere una visione più ampia degli USA, e lo faccio anche per assicurarmi che stiamo servendo al meglio la nostra community compost da quasi 2 miliardi di persone” ha affermato Zuckerberg, il quale ha evidenziato ancora una volta come le relazioni interpersonali siano fondamentali in tutte le decisioni prese. Il CEO ha allontanato l’ipotesi secondo cui l’avere informazioni migliori coincida con le scelte migliori, in quanto secondo lo stesso sono le persone che ci circondano ad influenzarci di più, ecco perchè bisogna “aiutare le persone a costruire rapporti migliori, e non solo ad accedere a più informazioni”.
Proprio su questo fronte, Facebook potrebbe aiutare le persone a costruire dei rapporti migliori: “potrebbe aiutare l’utente a connettersi con le persone che già conosce, ma anche a conoscerne di nuove, che potrebbero diventare mentori o che semplicemente sono interessate”.
Infine l’annuncio: Facebook è al lavoro su nuovi sistemi per favorire questi collegamenti.