Mark Zuckerberg non si candiderà a presidente degli Stati Uniti

di
Sin dagli istanti successivi all’elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti, sul web si era sparsa una voce secondo cui il fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, starebbe valutando l’ingresso in politica per candidarsi, nel 2020, alle presidenziali contro Donald Trump.

A quanto pare, però, si trattava di indiscrezioni che non corrispondevano alla realtà, in quanto proprio lo stesso CEO di Facebook, in una mail inviata a BuzzFeed, ha affermato che non ha alcuna intenzione di correre per la carica più importante degli Stati Uniti. In un’intervista condotta tramite mail, il dirigente d’azienda americano ha smentito categoricamente una sua eventuale corsa presidenziale.
Il fondatore di Facebook ha precisato che le ultime assunzioni, che comprendono anche un ex fotografo della Casa Bianca sotto l’amministrazione Bush, serviranno alla Chan Zuckerberg Initiative.