Mark Zuckerberg: è tempo di introdurre il reddito di cittadinanza

di
Mark Zuckerberg è intervenuto questo Giovedì durante la chiusura dell'anno accademico dell'Università di Harvard. Nel corso del suo discorso il fondatore di Facebook, dopo aver parlato della minaccia imminente delle nuove tecnologie, ha dichiarato che è il caso di pensare seriamente all'ipotesi di introdurre un reddito di cittadinanza.

Una dichiarazione inaspettata ed accolta calorosamente dal pubblico di giovani universitari del prestigioso ateneo. "Ogni generazione espande la sua definizione di uguaglianza. Ora è tempo per la nostra di definire un nuovo contratto sociale -ha sottolineato con enfasi Zuckerberg-, dobbiamo cominciare ad avere una società che misura il progresso non sulla base del PIL ma sulla base di quante persone hanno un ruolo che ritengono appagante".

"Dobbiamo esplorare l'idea di un reddito di base, che dia a ciascuno un paracadute per provare nuove idee". Il fondatore del social network ha infatti detto che non sarebbe stato in grado di concretizzare la sua passione per Facebook se non avesse saputo che dietro di lui c'era comunque la solidità finanziaria della sua famiglia. Cosa che ben poche persone possono vantare. "Se non avessi avuto il supporto della mia famiglia, oggi non sarei qua. Non avrei avuto tempo e modo di programmare".

Parole che sembrano quelle di un aspirante candidato alla Presidenza USA, anche se lui nega. Mark Zuckerberg, come Bill Gates anni prima di lui, ha ricevuto una laurea honoris causa dall'Università di Harvard.

L'idea di un reddito base in risposta all'incessante fenomeno di robotizzazione, ha recentemente ottenuto il supporto di molti big del tech, tra cui Sam Altman di Y Combinator e Elon Musk di Tesla.