Mediaset riparte dal nuovo bando per i diritti TV della Serie A

di
Nella giornata di ieri si è tenuta l’assemblea degli azionisti di Mediaset, caratterizzata dall’assenza dell’azionista di minoranza Vivendi, che detiene il 28,8% del capitale. Il presidente Fedele Confalonieri in apertura ha ricordato come Fininvest detenga ancora il 38,53% del capitale.

Proprio su questo punto ci si è a lungo concentrati, dal momento che come noto c’è un contenzioso in atto tra Mediaset e Vivendi, che secondo lo stesso Confalonieri starebbe frenando anche i progetti futuri della rete televisiva, sebbene le premesse dell’alleanza avrebbero dovuto portare a qualcosa di positivo, salvo poi diventare “un elemento fortemente negativo, un intralcio, un condizionamento pesante al nostro sviluppo”. Poi c'è stato l’annuncio: "poche settimane fa abbiamo nuovamente citato in tribunale Vivendi per violazione contrattuale, concorrenza sleale e violazione della legge sul pluralismo televisivo”.
Mediaset però guarda anche oltre ed ha intenzione di ripartire dall’asta per i diritti TV della Serie A per il triennio 2018-2021, che ancora non sono stati assegnati: "in autunno è prevista una nuova asta per i diritti tv della serie A, noi parteciperemo con l'obiettivo di ottenere la migliore offerta televisiva calcistica per i tifosi italiani” ha affermato Confalonieri.