Microsoft: la divisione cloud guida la crescita nel Q3 2017

di
Microsoft, sulla scia di altre compagnie, ha pubblicato i risultati finanziari relativi al primo trimestre dell’anno, il terzo trimestre fiscale del 2017, nel corso del quale la compagnia di Satya Nadella ha riportato un utile netto di 4,8 miliardi di Dollari a fronte di 22,1 miliardi di Dollari di entrate.

Sia i ricavi che i profitti sono aumentati rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, principalmente grazie alle divisioni cloud ed Office, che hanno guidato la crescita ed hanno contribuito in maniera importante alla crescita del fatturato complessivo.
Non sorprende il calo dei ricavi generati dalla divisione Surface. Microsoft infatti non ha aggiornato la linea Surface Pro e Surface Book, il che ha provocato un decremento del 26% delle entrate ad 831 milioni di Dollari. Cresce invece Windows, che rispetto agli ultimi anni sembra essere in crescita. I ricavi degli OEM sono in aumento del 5% su base annua, con i prodotti commerciali di Windows ed il fatturato della divisione cloud in crescita del 6% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
Interessante notare che Microsoft nella conference call non ha parlato dei piani per il mercato della telefonia mobile, il cui fatturato della divisione è stato di 730 milioni di Dollari nel trimestre.
Il primo trimestre dell’anno è anche stato il primo che ha visto la presenza a bilancio di LinkedIn: il social network è stato responsabile per 975 milioni di Dollari di fatturato, ma chiaramente Microsoft ora dovrà concentrarsi sulle spese operative ed i costi delle entrate per dimostrare che la scommessa pagherà nel lungo periodo.
Il ramo che si occupa dei prodotti commerciali e servizi cloud ha registrato un aumento dei ricavi del 7% su base annua, con il fatturato cresciuto del 15%. Microsoft attualmente ha 26,2 milioni di abbonati ad Office 365, mentre il fatturato di Azure è cresciuto del 93%.