Microsoft dovrebbe occuparsi in prima persona degli aggiornamenti degli smartphone con Windows 10

di

Una delle maggiori lamentele che si possono fare all'ecosistema Android è la frammentazione. Purtroppo gli aggiornamenti all’ultima build sono sempre stati a carico dei produttori e non di Google, causando spesso ritardi o anche il mancato update di alcuni terminali.

Questo è uno dei motivi che ha portato la casa di Mountain View a sviluppare i Nexus, insieme alle edizioni degli smartphone Google Play: curare personalmente il software e consentire quindi di ricevere gli aggiornamenti Android più velocemente. Secondo ZDNet, un portavoce di Microsoft avrebbe confessato che sarà la stessa compagnia ad avere l'ultima parola sulla diffusione degli aggiornamenti del suo sistema operativo. Per quanto riguarda Windows 10, che dovrebbe essere rilasciato entro la fine dell'anno, sarà quindi Microsoft a controllare gli update dell'OS per i telefoni Windows Phone. Attualmente sono i produttori a curare le nuove build. Il piano futuro della compagnia di Redmond è di rilasciare gli update sempre contemporaneamente su tutti i dispositivi, per ridurre al minimo la frammentazione. Sarebbe davvero una grande idea. Purtroppo, già in passato, Microsoft aveva fatto dichiarazioni simili, senza però muoversi concretamente in quella direzione. Confidiamo comunque che questa volta tutto si riveli reale. FONTE: Windows Central