Microsoft illustra la funzionalità Virtual Desktop di Windows 10

di

I desktop virtuali sono una caratteristica che è stata presente per diversi anni in numerose distribuzioni Linux, ma non è mai apparsa nativamente nel sistema operativo di Microsoft. Tutto questo cambierà con Windows 10. I desktop virtuali sono estremamente utili quando occorre utilizzare più applicazioni contemporaneamente, senza la necessità di ridimensionare e spostare le finestre di continuo. La funzionalità permette di mantenere tutti gli applicativi aperti e perfettamente organizzati, migliorando notevolmente la produttività.

Microsoft ha recentemente parlato dei desktop virtuali sul suo blog, illustrando la nuova aggiunta in arrivo con il prossimo Windows 10. Non ci sarà alcun limite al numero di desktop che si possono utilizzare. Per crearne uno nuovo è sufficiente fare clic sul pulsante “Task View” e selezionare “New Desktop”. In questa interfaccia è possibile gestire le varie finestre di lavoro create, scorrendo i desktop anche attraverso l’utile visuale in anteprime, che consente di conoscere in ogni istante le applicazioni che sono state aperte. Applicazioni che, in caso sia necessario, possono essere facilmente trascinate da un desktop all'altro. Microsoft ha inoltre aggiunto alcuni comandi da tastiera per velocizzare l’utilizzo di questa funzionalità: con WIN + CTRL + D ad esempio, è possibile creare rapidamente una nuova finestra di lavoro. Windows 10 dovrebbe essere lanciato questa estate, ma le varie build della Technical Preview mostrano già adesso un sistema operativo molto interessante e funzionale. Non vediamo davvero l’ora di mettere mano sulla versione definitiva.
Microsoft illustra la funzionalità Virtual Desktop di Windows 10