Microsoft rilascerà una patch per Windows XP in modo da evitare nuovi attacchi

di
Ufficialmente Windows aveva smesso di supportare Windows XP nel 2014, due anni fa, di fatto la compagnia di Redmond ha appena annunciato di aver in programma una patch per il vecchio OS in modo da rimuovere le vulnerabilità più gravi. La mossa è stata resa necessaria dal massiccio attacco ransomware che ha messo in ginocchio l'Europa questa settimana.

Sebbene Microsoft abbia rapidamente risolto le vulnerabilità oggetto dell'attacco del Ransomware WannaCry presenti nelle versioni più recenti dell'OS, moltissime delle prede, incluse alcune delle più illustri come il Sistema sanitario britannico, avevano ancora in uso Windows XP. Microsoft ha quindi deciso di prendere quella che è stata definita una "insolita decisione", correndo ai ripari e rilasciando una patch per l'OS estremamente diffuso per quanto, ormai, datato.

Microsoft normalmente chiede un compenso per rilasciare aggiornamenti custom per quelle realtà che, per proprie esigenze, devono continuare ad utilizzare Windows XP (ad esempio il Pentagono). Tuttavia l'attacco di questi giorni è stato troppo grave per decidere di lavarsene le mani. "Vedere aziende ed individui colpiti da un simile attacco per noi è stato doloroso", ha dichiarato Phillip Misner, manager del team sicurezza di Windows. "Abbiamo deciso di rilasciare un Security Update pubblico".