Molti ospedali inglesi sono stati colpiti da un potente attacco Ransomware

di
"Il tuo device è stato bloccato, per riaverlo indietro devi pagare", è più o meno questo il messaggio che compare quando si viene colpiti da un ransomware, virus che prende "in ostaggio" il pc restringendone le funzioni e chiedendo un riscatto per sbloccarle. Un'autentica piaga che in queste ore ha colpito sedici ospedali britannici.

L'attacco è stato lanciato verso mezzanotte e mezza di ieri sera ed ha completamente messo KO sedici ospedali del Regno Unito. Il ransomware ha ibernato il sistema e criptato tutti i file, rendendone impossibile il recupero. Si parla di migliaia di cartelle cliniche (e non solo) che al momento sono irrecuperabili. Un danno pazzesco.

Il virus chiede di pagare un riscatto di 300$ in bitcoin per sbloccare il sistema, probabilmente si tratta di uno degli attacchi più vili degli ultimi anni.

Almeno uno degli ospedali coinvolti ha dovuto annullare tutte le operazioni non urgenti in programma, visto che non è possibile recuperare i dati clinici dei pazienti.

Il Sistema sanitario nazionale britannico ha comunicato di essere a conoscenza del ransomware, chiamato Wanna Decryptor, e che i dati dei pazienti non sono stati compromessi.

Ad essere stata colpita dal medesimo attacco è stata anche la compagnia di telecomunicazioni spagnola Telefonica. Al momento non è chiaro come le autorità britanniche abbiano intenzione di risolvere il problema, quello che è certo è che i danni provocati da Wanna Decryptor eccedono già abbondantemente i 300$ richiesti. Al momento non sono conosciuti rimedi per decriptare i file presi in ostaggio dal ransomware e l'FBI più volte ha informalmente suggerito ai bersagli del malware di pagare il riscatto per riavere indietro i propri device, cosa che era stata giudicata estremamente controversa all'epoca.