Negli USA i provider sono autorizzati a condividere le cronologie degli utenti

di
Il provvedimento firmato nella giornata di ieri dal presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, è destinato a far discutere a lungo, soprattutto sul web. Il numero uno della Casa Bianca, infatti, ha firmato una risoluzione che inverte una legge stilata dall’amministrazione Obama in termini di riservatezza su internet.

In particolare, da ora i provider del continente potranno liberamente condividere le cronologie dei propri abbonati anche senza che questi abbiano dato il loro consenso. La legge però invita ai provider di adottare tutte le misure necessarie per proteggere i dati e tenerli sicuri da possibili attacchi hacker, ed informare nel caso gli utenti qualora ci fosse una violazione. Il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer, ha affermato che questa nuova regola “consentirà ai service provider di essere trattati in modo equo, ma tutelerà anche i consumatori”.
I consumatori, dal loro canto, hanno già iniziato a protestare in quanto secondo gli stessi si tratta di una grave violazione della provacy.

FONTE: The Verge
Iscriviti alla pagina Facebook di Everyeye Tech