Netflix testa in Australia un aumento del prezzo del 20% (Aggiornamento)

di
Al momento non sappiamo se si tratta di un test rivolto esclusivamente all’Australia, oppure se successivamente sarà espanso anche al resto del mondo, ma secondo quanto riportato da The Australian, Netflix avrebbe iniziato in via ufficiale i test per l’aumento dei prezzi.

Aumento che sarà sostanziale per gli utenti, in quanto per chi si iscriverà al servizio è previsto un sovrapprezzo del 20% rispetto al pacchetto classico, il che vuol dire che l’abbonamento minimo costerà 9,99 Dollari al mese (contro gli 8,99 Dollari precedenti), mentre quello standard passerà a 13,99 Dollari (in precedenza costava 11,99 Dollari) ed il Premium toccherà addirittura quota 17,99 Dollari, tre Dollari in più rispetto al prezzo imposto prima.
Interpellata sulla questione da Mashable, Netflix ha rivelato che si tratta di un test per gli utenti, pensato per capire quanto il pubblico sia disposto a spendere per utilizzare la piattaforma di streaming negli orari di punta. Il portavoce, inoltre, ha anche svelato che almeno al momento non è prevista un’espansione di questi test al resto del mondo.

Aggiornamento: riportiamo di seguito lo statement ufficiale diffuso da Netflix sulla vicenda, che la chiarisce in via definitiva.

"In Netflix testiamo costantemente nuove cose e questi esperimenti solitamente hanno una durata variabile. In questo caso, stiamo testando prezzi leggermente diversi per capire meglio il valore che i consumatori danno a Netflix. Non tutti gli utenti vedranno questo test e potremmo non estenderlo mai in generale. Le notizie che riportano che stiamo sperimentando prezzi “solo per il weekend” sono inaccurate e totalmente false. Come afferma chiaramente il nostro statement, questo esperimento varia nella durata e nel tempo e il fatto che alcuni membri abbiano visto il test durante il weekend non è assolutamente correlato. Questo test riguarda soltanto l’Australia."