Nokia taglia altri 10.000 dipendenti

di

Continua il piano di austerity avviato da Nokia nei mesi scorsi. Tramite un annuncio ufficiale, il colosso finlandese ha reso noto che entro la fine del 2013 sarà chiusa la fabbrica d'assemblaggio di telefonia a Salo (Finalndia), le sedi di Ulm (Germania) e Burnaby (Canada) e il personale sarà ridotto di 10.000 dipendenti. Numeri importanti se si considera che alla fine del mese di Marzo Nokia vantava nell'organigramma circa 53.500 dipendenti, il che significa che il 20% dei lavoratori saranno mandati a casa. Fra tagli di costi di produzione e del personale, Nokia nel 2013 risparmierà circa 1 miliardo di euro.